BOLLETTINO PER LE FARMACODIPENDENZE E L'ALCOOLISMO

Rassegne Bibliografiche & Recensioni

Gli adolescenti americani consumano più droghe dei coetanei europei
K. ZERNIKE, Study Finds Teenage Drug Use Higher in U.S. Than in Europe, New York Times, 21 febbraio 2001.

Se gli adolescenti americani consumano più marijuana ed altre droghe, i coetanei europei fumano più sigarette e bevono una maggiore quantità di alcolici. Questa è la conclusione di uno studio del Consiglio d'Europa basato su una serie di questionari somministrati nelle scuole medie e superiori a 14.000 adolescenti americani ed a 95.000 studenti di 30 Paesi europei.

Questa indagine è stata condotta dal Consiglio d'Europa in collaborazione con i ricercatori del progetto "Monitorare il futuro" dell'Università del Michigan che, da almeno 26 anni, conduce inchieste fra la popolazione studentesca.

Parlando di droga in America troviamo senz'altro le percentuali più alte: il 41% degli studenti americani ha provato la marijuana contro il 17% in Europa; il 23% dei ragazzi americani, inoltre, ha fatto uso di altre droghe contro il 6% di quelli europei.

Se invece passiamo al tabacco i numeri si invertono: in Europa il 37% degli adolescenti ha fumato almeno una sigaretta nei 30 giorni precedenti alla somministrazione del questionario contro il 26% dei coetanei americani. E ancora, sempre nei 30 giorni precedenti, il 61% dei ragazzi europei ha consumato alcolici mentre in America solo il 40%.

Tornando alla diffusione della cannabis tra gli adolescenti, nonostante il consumo medio europeo si aggiri intorno al 17%, in alcuni paesi questo si avvicina ai livelli americani. Solo in Olanda, ad esempio, i ragazzi che fanno uso di marijuana sono il 28% ed in Irlanda, Francia, Inghilterra e nella Repubblica Ceca il consumo di questa droga sale ben oltre la media. Gli studiosi lo spiegano tenendo conto soprattutto delle differenze esistenti tra i vari paesi: l'Olanda, ad esempio, è nota per avere una legislazione sulla droga alquanto permissiva.

Riguardo alle diversità relative al consumo di alcol tra i giovani americani e quelli europei sicuramente incidono le differenze culturali tra i due Paesi, mentre, per quanto riguarda il consumo di sigarette, in Europa ancora non è iniziata quella discesa tipica del contesto americano.